Book Marketing

Book Marketing

Possiamo definire “Book Marketing” l’insieme tutte quelle attività, strategie e processi di Marketing relative alla promozione di uno o più libri. All’interno del Book Marketing ritroviamo tutto un “Sistema Organizzativo” che spazia dal mondo reale a quello digitale.

Ancora una volta vogliamo sottolineare che non bisogna confondere il Marketing con la pubblicità. Possiamo elencare gli elementi fondamentali del Book Marketing in quattro categorie:

  1. Lo Scrittore
  2. Il Libro
  3. Il Mondo Reale
  4. Il Mondo Digitale

Book Marketing

Lo Scrittore

Scrivere il libro non basta, ormai lo sappiamo tutti. L’era digitale ha portato enormi vantaggi e strumenti fenomenali per gli Scrittori Emergenti, allo stesso tempo però, il cosidetto “mercato editoriale” si è rapidamente intasato. Non ci sono più filtri, chiunque può pubblicare un libro, non solo in digitale ma anche cartaceo.

Lo Scrittore quindi si trova ad affrontare un nuovo aspetto che va ben oltre la produzione dell’opera letteraria. Deve diventare esso stesso un “marchio” o come si usa dire, un “Brand”. Più è conosciuto il proprio “Brand”, maggiore sarà l’influenza dello stesso nella promozione e nella vendita di un libro.

Sembra una banalità ma pensate un attimo a quanti libri si comprano in automatico, a scatola chiusa, soltanto perché ne conosciamo l’autore e sappiamo per certo che sarà un libro di qualità? Indipendentemente dal contenuto del libro, lo acquistiamo perché sappiamo che quello Scrittore scrive buoni libri, punto. Questo è il PERSONAL BRAND.

Il Libro

Ok, la bozza del libro è pronta, cosa manca? Per un libro di qualità non può mancare un processo di editing curato (da non confondere con la correzione della bozza). Abbandonate l’idea, soprattutto se siete alle prime armi, di affrontare da soli un processo di editing. Per questo ci sono dei professionisti, più o meno cari, che possono mettere mano al vostro testo e sistemarlo.

La copertina o cover è altrettanto importante. E’ il primo impatto con il vostro libro. Sia essa cartacea o digitale, deve sapere attrarre fin da subito, deve solcare la mente di chi la osserva. Se la parte anteriore è la prima cosa che si guarda di un libro, la “Quarta di Copertina” è la prima cosa che si legge con attenzione.

La “Quarta di Copertina” (Il retro) dovrebbe contenere note biografiche dell’Autore e un testo che non abbia lo scopo di raccontare i contenuti del libro, bensì quello di attrarre l’attenzione e la curiosità del lettore per invogliarlo all’acquisto. La “Quarta” non è la sinossi del libro, non facciamo confusione.

Il Mondo Reale

La realtà e il quotidiano di uno Scrittore può essere ricca di tante attività atte a farsi conoscere, dando valore e autorevolezza al proprio Brand personale. Le iniziative di Marketing sono minori rispetto ad attività di promozione e pubblicità, questo perché il tempo che si può avere a disposizione è di norma sempre inferiore alla possibilità di pubblicare in Internet, dove il “Contenuto” rimane ed è sempre disponibile. Quali sono i primi passi per presentare un nuovo libro?

Si parte da casa, dal proprio territorio. Contattate una biblioteca locale, meglio se quella del proprio comune di residenza, per chiedere la concessione dei locali per un due o tre ore, magari nel primo pomeriggio del sabato. Due o tre copie autografate e regalate al Sindaco e agli assessori di competenza agevoleranno il tutto (Siamo in Italia e funziona così).

Preparate una sorta di “Comunicato Stampa” da inviare alle testate giornalistiche locali, sia cartacee che digitali, e alle televisioni di zona. I media locali amano dare risalto a personaggi e celebrità presenti sul territorio. Nella comunicazione dovrà essere inserita una breve nota biografica, un testo di presentazione del libro e la data, l’ora e il luogo di dove si terrà la presentazione ufficiale.

Ottenuto lo spazio, si dovrà organizzare la presentazione vera e propria. Sarà quindi necessario avere diverse copie cartacee del proprio libro che potranno essere vendute ad un “prezzo speciale” al termine dell’incontro con tanto di dedica dell’autore. Se il vostro libro è soltanto in digitale potrete regalare dei codici promozionali da utilizzare al momento dell’acquisto online, magari inseriti su una cartolina da autografare che riporti la foto della copertina del libro stesso. Se ne avete la possibilità, organizzate anche un piccolo rinfresco al termine dell’evento.

Non dimenticatevi di chiamare un buon fotografo che dovrà immortalare tutti i momenti salienti dell’evento e le foto con chi acquisterà il libro. Sarà importante anche fare riprese in video e se vi organizzate un pochino, una diretta sui Social non sarebbe una brutta idea. Tutto il materiale fotografico e video sarà poi riutilizzato per il mondo digitale.

Questa era soltanto un idea di come presentare il proprio libro nuovo. Ovviamente dopo la presentazione si possono organizzare interviste, partecipare a concorsi letterari e tanto altro, approfondiremo queste altre forme di promozione più avanti nel tempo.

Il Mondo Digitale

Il mondo del Web ci fornisce strumenti che soltanto 20 anni fa erano per lo più impensabili. La possibilità di raggiungere potenzialmente tutto il mondo in pochi secondi può essere estremamente vantaggioso per la propria carriera artistica. Tutto ciò  sempre che si sia ben consapevoli del corretto uso di tali strumenti. Il Digitale permette quindi una varietà di azioni e di strategie ben più ampie e soprattutto meno onerose di quanto si possa pensare.

La presentazione di un nuovo libro dovrebbe iniziare ancor prima della pubblicazione ufficiale. A partire dal proprio sito o blog e tramite i Social Network, l’annuncio della nuova uscita dovrebbe essere sostenuta con l’anticipata pubblicazione di alcuni estratti o magari di almeno un capitolo della nuova opera. Questo per attirare l’interesse e incuriosire sia dei lettori che già vi seguono sia per attirarne di nuovi.

Il “contenuto” dovrebbe essere possibilmente accompagnato da foto o meglio da un breve video. Mai superare i due minuti quando è possibile. Al tempo stesso si potrebbe indire un Contest per la copertina attraverso siti specializzati o più alla buona sui propri Social.

Sui Social Network la tecnica del Push (Spingere) non è sempre la più redditizia. E’ la tecnica del “compra, compra, compra”. Le persone non vanno sui Social per comprare. Martellare i propri followers con i link all’acquisto potrebbe avere anche effetti negativi. Sarebbe da prediligere la tecnica del Pull (Attrarre) cioè di stimolare gli eventuali lettori ad appassionarsi al proprio operato ed essere vogliosi di approfondire di più. Come regola di base potremmo suggerire di pubblicare 4 o 5 post di qualità, non legati direttamente alla vendita, e poi di piazzare un post per l’acquisto.

Ricordatevi ad esempio, che se pubblicate un post sulla vostra pagina di Facebook (non il profilo), questo post sarà visualizzato soltanto da un 5% al 10% dei vostri followers sulle loro bacheche. Per raggiungere tutti i vostri Followers il buon vecchio Zuckerberg pretenderà l’utilizzo di campagne pubblicitarie a pagamento. E’ così…

Per concludere…

Il Book Marketing quindi, è da intendersi come un insieme di strategie dove lo scrittore, sempre meno scrittore e sempre più marketer, deve imparare a districarsi in maniera attenta e funzionale. Sia che pubblichiate in Self Publishing o con una Casa Editrice, la conoscenza di determinati meccanismi vi permetteranno di dare una possibilità in più per passare da “Emergenti” a “Quelli che il libro lo vendono in automatico” come detto all’inizio di questo articolo. Per finire Caro Scrittore, c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare per sopravvivere in questo pantano dell’editoria moderna.

(Visited 28 times, 1 visits today)