Quanto sei Social?

Sei davvero Social?

SocialE’ fondamentale prima di avventurarci nei percorsi più oscuri dei Social Network fare il proprio Check Up Sociale. Abbiamo ideato e riassunto un piccolo test di autovalutazione che ti permetterà di analizzare il tuo livello di preparazione e conoscenza verso i Social Network.

Per ogni Social Network proposto dovrai segnarti il punteggio relativo alla descrizione che riterrai più adeguata al tuo reale livello di conoscenza dello stesso. Quindi magari avrai punteggi alti per alcuni Social o zero e poco più su altri Social. Non si vince nulla ma questo test ti servirà per avere un primo quadro orientativo su ciò che potrai migliorare.

Facebook – Google+

  • 0 – Non lo uso
  • 1 – Ho soltanto un profilo utente ma lo uso poco
  • 2 – Ho un profilo utente che uso quotidianamente per condividere miei contenuti
  • 3 – Ho un profilo utente e una o più pagine dove pubblico i miei contenuti
  • 4 – Utilizzo le mie pagine Facebook per pubblicare i contenuti del mio Blog / Sito.

Facebook – il livello che consideriamo sufficiente come punto di partenza è da 3 in poi. Utilizzare soltanto il proprio profilo non è sufficiente. Potrai leggere come secondo noi si debba usare Facebook nella sezione dedicata degli approfondimenti. L’utilizzo corretto di Facebook è un argomento troppo vasto da poter riassumere in poche righe con il seguente Social.

Google+ – nato come tentativo di spodestare Facebook dall’olimpo dei Social, ha fallito miseramente la sua missione. Averlo o non averlo non fa molta differenza. E’ importante averlo invece se si ha un Blog / Sito personale per utilizzarlo come strumento di condivisione dei propri contenuti, non perché venga letto da qualcuno, ma come potente acceleratore di indicizzazione nel motore di ricerca di Google. Difatti tutto quello che viene pubblicato tramite un profilo G+ o una Pagina G+ viene “registrato” più velocemente e facilmente nel motore di ricerca Google e questo permette di aumentare notevolmente di apparire durante le ricerche su tale motore. Quindi la sufficienza in questo caso parte dal punto 2 sempre e solo se questo Account sia collegato al proprio Blog o Sito personale altrimenti non è assolutamente prioritario.

Twitter – LinkedIn

  • 0 – Non lo uso
  • 1 – Ho soltanto un Account ma lo uso poco
  • 2 – Ho un Account che uso quotidianamente per condividere i miei contenuti
  • 3 – Utilizzo il mio Account per pubblicare i contenuti del mio Blog / Sito.

Twitter – Una volta era considerata l’alternativa a Facebook. Messaggi corti, un approccio leggermente più complicato ma con la possibilità di connettersi in un attimo con il mondo intero. E’ sempre uno strumento utile, soprattutto per gli Scrittori Emergenti che possono raggiungere persone con un livello “tecnologico” leggermente superiore e quindi culturalmente più elevati. Purtroppo è un Social in declino costante e si sta stabilizzando su una base di utenza di fedelissimi. Da affiancare a Facebook e importante strumento di condivisione dei propri contenuti creati attraverso il proprio Blog o Sito personale. La sufficienza parte da 2.

LinkedIn – La rivelazione del mondo Social del 2015. Ha preso sempre più spazio in quanto va a colmare in maniera sufficientemente buona l’ambito della professionalità. E’ un ottimo strumento per Aziende e per Professionisti per creare una fitta rete di collaborazioni professionali e per dare un immagine del proprio Personal Brand che sia maggiormente focalizzata sulle proprie attività e capacità. Non basta farsi conoscere su Facebook, se si vuole entrare in contatto con professionisti di ogni settore, avere un profilo completo e curato su LinkedIn è una necessità.

Contattare un Editore ad esempio, tramite LinkedIn porta molti più punti di vantaggio alla nostra immagine. Si dimostra conoscenza avanzata del mondo Social e permette al contattato di leggere il Vs. Curriculum digitale facilmente e rapidamente. Non solo Editori ovviamente, sono presenti tutte le categorie necessarie, da Freelancers per editing testi, siti web, cover, fino a consulenti amministrativi, avvocati e quant’altro. Un patrimonio inesauribile di possibili relazioni da coltivare e fare sviluppare nel tempo. Utilissimo pubblicare sul proprio profilo LinkedIn i contenuti provenienti dal proprio Blog o Sito personale. La sufficienza anche in questo caso parte da 2.

Instagram

  • 0 – Non lo uso
  • 1 – Ho soltanto un Account lo uso poco
  • 2 – Ho un Account che uso quotidianamente per condividere i miei contenuti
  • 3 – Utilizzo il mio Account in modalità Aziendale per pubblicare i contenuti e verificare le statistiche degli stessi.

Instagram è un Social destinato alle fotografie. Con l’avvento di Snap si è ultimamente molto ampliato in funzionalità allargando i propri contenuti ai video e alle dirette. Viene utilizzato per condividere i momenti di vita quotidiana o come canale pubblicitario. Non deve essere sottovalutato e deve considerarsi come un ottimo strumento per fare percepire meglio chi siamo in realtà. Molto utile la possibilità di poter condividere la foto, oltre che all’interno di Instagram stesso, attraverso Facebook, Twitter e altri Social.

Condividere su altre piattaforme è una forma di pubblicità per attirare nuovi utenti sulla propria piattaforma. Inoltre da qualche tempo è possibile convertire gratuitamente il proprio Account personale in Account Aziendale per poter sfruttare tutte le potenzialità di promozione e pubblicità che vengono offerte a pagamento. Non da sottovalutare inoltre le statistiche per andare ad analizzare quali contenuti abbiano o meno maggior coinvolgimento da parte dei Followers. La sufficienza parte da 2.

Snap (Ex Snapchat)

  • 0 – Non lo uso
  • 1 – Ho soltanto un Account lo uso poco
  • 2 – Ho un Account che uso quotidianamente per condividere i miei contenuti

Ah.. Qui le cose si complicano. Snap o Snapchat è la rivelazione Social del 2016. Un nuovo concetto viene introdotto in maniera potente, il Qui e Ora. I contenuti si perdono di norma nell’arco delle 24 ore. Per molti sembrerà una assurdità ma la sua forza attrattiva sta proprio in questo meccanismo. Quindi ha un tasso di coinvolgimento molto elevato e la sua diffusione è virale verso gli utenti sotto i 25 anni ma si sta diffondendo anche a fasce di età più grandi.

Per usarlo ci vuole pazienza, tanta. Installandolo sul proprio Smartphone andrete subito in panico perché non troverete nulla o poco di similare con gli altri Social. Anche qui si parla di foto, video, faccine simpatiche e storie della giornata che vanno a concatenarsi. Meglio Instagram per iniziare in quanto quest’ultimo ha copiato tante funzioni di Snap e le ha rese più “maneggiabili”. Per uno Scrittore Emergente la sufficienza parte da 1 visto l’alto tasso di difficoltà di utilizzo, ma non mollate, provate e sperimentate. Seguite qualche tutorial su YouTube e seguite i più grandi Influencer di questa piattaforma.

Conclusioni.

Dopo questo breve test puoi ragionare con calma su cosa fare e come farlo. Noi speriamo di aver stimolato la tua curiosità e la tua voglia di fare al meglio le cose per migliorare la tua immagine e posizione Social. Valuta quindi quali Social sono più vicini alle tue esigenze e lavora in maniera costante ed efficace al loro sviluppo. Se non hai ancora un tuo Blog o Sito personale, scegli una piattaforma o due al massimo, dove dare il meglio di te in fatto di comunicazione dei contenuti e del tuo Brand, poi userai gli altri Social come amplificatori di quanto hai già realizzato. Facebook e LinkedIn restano per noi la base di partenza, poi Instagram e Twitter, ma questa è soltanto la nostra opinione.

Torna Indietro o Vai Avanti

(Visited 82 times, 1 visits today)